Spiritualita'

"Consolate, calmate, convertite voi quell’infelice a cui io non posso parlare." (Santa Agostina)

Pozzaglia d'inverno

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La spiritualità trova terreno fertile in montagna. Forse per la maggiore vicinanza al cielo, al sole, alle stelle. Forse semplicemente per la tranquillità dei villaggi, per il contatto con la natura. Fatto sta che donne e uomini di Pozzaglia Sabina – l'antica Pozzo Gallo, medievale ritiro degli Orsini e dei Colonna, piccola perla del Reatino – oggi hanno ancora l'energia per testimoniare il loro desiderio di religiosità. E in particolare la loro devozione ad una donna, una loro antica compaesana – suor Agostina, la Santa della Sabina, Patrona degli Infermieri d'Italia – che ha saputo indicare una strada da percorrere. La sua fede e l'amore per il prossimo trovano la più alta espressione nel lavoro di infermiera, svolto senza mai perdere pazienza né voglia di pregare, abbandonandosi al volere di Dio.